I migliori forex broker: come trovarli

Quali sono i migliori forex broker? Dove possiamo trovarli? Sono domande che sicuramente si pongono ogni giorno molti aspiranti trader. E fanno bene. Perché chi vuole cominciare sul forex deve farlo rigorosamente utilizzando gli strumenti migliori. Cominciare il forex trading con un ottimo forex broker è il modo migliore per garantirsi la probabilità di guadagnare soldi. Se invece si sceglie un pessimo broker, si ottiene la certezza assoluta di perderli, i soldi.

I migliori broker forex: suggerimenti

Questa pagina nasce, soprattutto, per dare un inquadramento di base a coloro che si avvicinano per la prima volta al mercato forex e vogliono scegliere il broker in maniera intelligente: spieghiamo tutto nel dettaglio, in modo da fornire al trader i mezzi per scegliere autonomamente il miglior broker. Per chi avesse fretta e volesse passare subito al dunque, suggeriamo due broker di elevata qualità che raccolgono un consenso praticamente unanime nella comunità dei traders forex.

Markets.com




Markets.com è uno dei marchi in assoluto più prestigiosi: si tratta di un forex broker sicuro, affidabile, autorizzato e regolamentato CONSOB. E’ possibile aprire un conto di trading reale con un capitale iniziale di soli 100 euro. Tutti coloro che aprono un conto hanno diritto ad un bonus immediato del 100% sul loro deposito.

Per aprire un conto su Markets.com, clicca qui.

eToro


eToro è un broker forex eccezionale, consigliatissimo per chi comincia per la prima volta ad operare sul mercato valutario. Oltre ad essere un broker di elevatissima qualità, mette a disposizione dei trader una piattaforma di social trading. Il social trading consiste nella possibilità di copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno gli altri trader. In questo modo è possibile, ad esempio, eseguire le stesse operazioni di un guru del trading online, guadagnando da subito molti soldi. E’ opportuno ricordare, però, che non si tratta di soldi facili: anche in questo caso, infatti, è assolutamente necessario selezionare in modo accurato i trader da copiare automaticamente, sfruttando i dati sulle performance passate.

Per aprire un conto su eToro, clicca qui

I broker forex: introduzione

Il broker è importante, fondamentale. Possiamo dire che il broker fa veramente la differenza: per capire il concetto possiamo dire che un trader bravo, che magari conosce anche strategie vincenti, ma usa un broker forex scadente è destinato a perdere i suoi soldi. Un trader molto meno esperto ma che ha saputo scegliere il forex broker in maniera opportuna ha l’opportunità di guadagnare anche molti soldi.

Perché il broker forex fa la differenza
? E come si fa a scegliere un broker che sia ottimale? Cerchiamo di analizzare il discorso in maniera puntuale, partendo da un assunto di base: non esiste un broer che sia migliore di tutti gli altri in assoluto. Se io mi trovo benissimo con un broker può succedere che tu invece ti ci trovi benino e un altro male. E non è strano.

Il broker è importantissimo perché si tratta dell’interfaccia che utilizziamo per accedere al mercato forex. Essendo il mercato forex un mercato OTC non esiste nessun centro di controllo e coordinamento. Molte volte, poi, il broker forex funge anche da market maker (ci sono broker che rigirano semplicemente gli ordini ad altri broker, detti ECN ma non ci interessano anche perché non sono mai convenienti).

Forex broker autorizzati in Italia




Come deve essere un buon broker? Per prima cosa un broker deve essere autorizzato e regolamentato dalla CONSOB. Su questo non ci possono proprio essere dubbi. Operare con un broker non CONSOB significa mettere a rischio seriamente i propri soldi. Sola CONSOB è infatti in grado di certificare che un broker rispetti tutte le normative finanziarie e che quindi sia completamente onesto e affidabile. Molto spesso, quando si sente parlare di broker che truffano i clienti, si indaga e si scopre che avevano sede in paradisi fiscali e non avevano l’autorizzazione da parte di CONSOB.

Quando si opera con un broker autorizzato CONSOB si ha garanzia assoluta che non ci saranno furti o ruberie ma ovviamente non è detto che tutti i broker autorizzati da CONSOB siano di buona qualità (perché potrebbero esserci broker CONSOB costosi o poco funzionali). L’autorizzazione da parte di CONSOB è dunque una condizione necessaria ma non sufficiente.

Ma i broker autorizzati da CONSOB hanno per forza sede in Italia? Non è detto. La grande maggioranza dei broker ha sede in un altro paese dell’Unione Europea e sono lì autorizzati. In effetti secondo la normativa europea (MIFID) un broker autorizzato in un Paese ha il diritto di operare in tutta l’Unione Europea. E’ importante sottolineare che la maggior parte dei broker con sede in altri paesi dell’Unione non solo tutelano i trader italiani, ma lo fanno anche meglio di quello che può fare la CONSOB. Inoltre, i broker con sedi in altri paesi hanno di solito condizioni economiche estremamente più favorevoli per i trader rispetto ai broker italiani. E anche questo conta parecchio quando si deve fare la scelta del broker.

Forex broker italiani verso la chiusura

Ma allora perché se si cerca in Google si trovano spesso articoli che parlano di forex broker italiani verso la chiusura? Si tratta di una notizia molto vecchia (come si può facilmente appurare leggendo gli articoli) ma soprattutto si tratta di una buona notizia. Perché CONSOB e Banca d’Italia hanno provveduto, da tempo, a chiudere tutti i broker forex che applicavano politiche truffaldine o comunque contrarie alle normative vigenti in Italia e in Europa. Questo significa che i forex broker rimasti aperti garantiscono invece la massima trasparenza, affidabilità e sicurezza e soprattutto rispettano in maniera adeguata la normativa vigente.

Molto spesso i trader che leggono questa notizia si spaventano, soprattutto se sono alle prime armi: invece dovrebbero esserne felici, perché possono avere la certezza che scegliendo un broker autorizzato e regolamentato dalla CONSOB (o altra autorità di controllo europea) possono dormire sonni tranquilli, il loro denaro è sempre rigorosamente protetto. Attenzione: questo non significa che il denaro depositato su un conto presso un broker autorizzato non possa essere perso. Può succedere che si perda se si commettono errori veramente clamorosi nella previsione del mercato forex. E ovviamente si perderà esclusivamente la quantità di denaro impegnata nell’operazione andata male (e si consiglia di investire su ogni operazione solo una quantità molto piccola rispetto al totale).

Forex broker italiani

A questo punto potrebbe nascere qualche confusione: da una parte si consiglia sempre di utilizzare i servizi di Forex broker italiani, dall’altra si è appena detto che tutti i broker autorizzati in un paese europeo lo sono anche in Italia. La confusione aumenta quando si esaminano le condizioni di trading e si scopre che i broker con sede legale in altro paese dell’Europa sono molto più convenienti rispetto ai broker italiani. E allora? Allora è solo una questione di terminologia. Quando parliamo di forex broker italiani ci riferiamo esclusivamente al fatto che questi broker sono accessibili in lingua italiana, sia dal punto di vista del sito (e dell’eventuale applicazione per trading forex) sia da quello del supporto. A noi non interessa, francamente, dove il broker abbia la sua sede legale (in Italia o fuori Italia). Tutto quello che ci interessa è che il broker stesso sia basato in un paese dell’Unione Europea, che sia lì autorizzato e regolamentato e che abbia un’interfaccia in lingua italiana.

Il concetto di interfaccia di un broker è piuttosto ampio: non include solo la lingua in cui è fatto il sito web, ma anche la lingua dell’applicazione, dei corsi che vengono offerti gratutitamente agli iscritti e soprattutto la lingua delle persone che lavorano per il supporto online. Bisogna considerare, infatti, che potrebbe succedere di trovarsi nella necessità di conversare al telefono con i dipendenti del broker. Ebbene, deve essere possibile farlo in lingua italiana senza problemi.

Tutto questo discorso perde di valore quando si conosce in maniera veramente buona una lingua straniera, ad esempio l’inglese. Ma se il nostro livello di inglese è a livello scolastico, molto meglio evitare. Molto spesso la tentazione di iscriversi ad un broker forex in inglese c’è ed è forte. Ma devi sempre chiederti, prima di farlo: posso parlare al telefono con qualcuno che lavora per il broker? Se sei in grado di sostenere una conversazione in inglese, allora nessun problema. Altrimenti devi scegliere un forex broker italiano. E comunque, per dirla tutta, ormai tutti i migliori broker hanno anche la lingua italiana, quindi non c’è proprio nessuna ragione per scegliere un broker in lingua inglese.

Forex broker confronto


Facciamo adesso un passo avanti: come si fa a mettere a confronto due forex broker? Per prima cosa, due forex broker non possono essere messi a confronto in maniera astratta ma bisogna sempre tenere in conto in maniera rigorosa le esigenze del trader. Facciamo un esempio concreto. Per un trader principiante la facilità d’uso è una caratteristica fondamentale, insieme alla disponibilità di corsi, webinar, materiale didattico di vario tipo. Per un esperto la facilità d’uso può essere una caratteristica gradita (a quasi tutti piacciono le cose facili, ma ci sono trader che si divertono a rendersi difficile la vita) ma la presenza di materiale didattico è qualcosa di completamente inutile. Ogni trader dovrebbe avere quindi la sua personalissima scala di priorità, in modo da poter verificare se i broker che sta confrontando rispettano le caratteristiche che più interessano. Attenzione però: non dobbiamo nemmeno pensare di mettere a confronto un broker che non sia autorizzato e regolamentato CONSOB.

Ma quali sono le caratteristiche che possiamo utilizzare per mettere a confronto due broker?

Ecco un elenco, anche se per forza di cosa si tratta di un elenco incompleto:

  • Bonus omaggio: i broker forex di migliore qualità aggiungono un bonus generoso al conto di trading. Più è alto il bonus e più è alta la probabilità di guadagnare. Attenzione però che alcuni broker impongono condizioni capestro in caso di utilizzo del bonus.
  • Livello dello spread: tutti i migliori broker sono gratuiti e non applicano commissioni (i broker con commissioni non sono nemmeno da considerare, se leggete commissioni sull’eseguito, fuggite). I broker di solito guadagnano con gli spread ma ovviamente dobbiamo cercare di scegliere broker con spread più convenienti possibile
  • Facilità d’uso: un broker dovrebbe essere veramente facile da usare, sia da PC che da cellulare. Non ci devono essere complicazioni tecniche e anche gli adempimenti devono essere snelli e veloci.
  • Deposito minimo iniziale: non è una caratteristica che possiamo giudicare oggettivamente. Per un trader principiante può essere interessante iniziare con un capitale iniziale molto basso e quindi questa categoria di trader può preferire broker che consentono di cominciare con un deposito minimo molto basso.
  • Effetto leva: è un’altra caratteristica che dobbiamo tenere in considerazione in maniera molto attenta. Si tratta della possibilità di moltiplicare letteralmente i guadagni grazie ad un capitale aggiuntivo che viene virtualmente messo in gioco dal broker. I migliori broker forex offrono un effetto leva fino a 400, cioè consentono di moltiplicare per 400 i profitti dell’operazione. Attenzione che l’effetto leva, per le sue peculiarità, può non essere completamente adatto ai principianti. Chi comincia a fare forex, almeno all’inizio, deve accontentarsi di guadagni più bassi per poi cominciare ad utilizzare più leva nel momento in cui la sua esperienza aumenta.
  • Presenza di materiale didattico: i migliori broker offrono corsi forex in video, con ebook o webinar. Per un principiante è la soluzione ideale: invece di gettare soldi per acquistare guide che spesso non sono di qualità può ottenere gratuitamente materiale veramente buono. Il grande vantaggio del materiale didattico dei broker (rispetto ad altri tipi di materiale che si possono trovare su internet) è che è fortemente orientato alla pratica.
  • Affidabilità: stiamo prendendo in considerazione esclusivamente forex broker autorizzati e regolamentati CONSOB e quindi l’affidabilità dovrebbe essere garantita. Ed è vero, un broker CONSOB non truffa e non mette in atto nessuna pratica scorretta. Ma l’affidabilità di un broker non si misura solo in assenza di truffe. Anche il software di trading deve essere molto affidabile. Un broker che non ruba ma che si blocca continuamente, impedendo quindi al trader di operare con successo, non è certo un grande broker.
  • Conto demo: alcuni dei migliori broker mettono a disposizione un conto demo, cioè la possibilità di operare, in maniera simulata, sul mercato forex. Questo tipo di conto è uguale in tutto e per tutto al conto normale, con l’unica differenza che non si possono perdere ne guadagnare soldi. I conti demo forex sono un modo intelligente per muovere i primi passi nel forex ma sono anche un metodo per testare un broker prima di cominciare ad utilizzarlo con soldi veri.

Forex broker più affidabili

Il discorso dell’affidabilità è così importante che merita davvero un capitolo a parte. I forex broker più affidabili non sono solo quelli che non rubano e non truffano. Sono quelli in grado di funzionare bene, in tutte le condizioni di mercato e in tutte le condizioni tecniche. Per fare degli esempi, per condizioni tecniche avverse possiamo riferirci a malfunzionamenti della rete internet. Quante persone sono costrette a collegarsi utilizzando un ADSL che non funziona bene? Moltissime. Ebbene, i broker forex più affidabili devono essere in grado di garantire un ottimo funzionamento anche in questo caso. Per quanto riguarda le condizioni di mercato, ci riferiamo ad avvenimenti catastrofici, come ad esempio la decisione della Banca Centrale Svizzera di abbandonare l’aggancio all’euro. In quell’occasione i broker meno affidabili saltarono letteralmente per aria, convolgendo nella catastrofe i trader. I broker più affidabili, invece, non ebbero alcun tipo di problema.

Recensioni broker forex




Ma come fa un principiante a sapere qual è il best forex broker come direbbero gli americani, qual è il broker che meglio soddisfa le sue necessità? Potrebbe provare direttamente il broker, magari sfruttando una piattaforma demo. Oppure potrebbe fare una cosa molto più intelligente e cioè leggere delle recensioni indipendenti di forex broker. Ci sono portali su internet che pubblicano recensioni indipendenti di broker forex italiani e leggendo queste recensioni è facilissimo scoprire quelle che sono le caratteristiche dei broker e fare quindi la scelta. Ovviamente bisogna muoversi con intelligenza e quindi scegliere bene i siti dove si andranno a leggere le recensioni. Mai fidarsi dai forum, ad esempio. Molto meglio, invece, avere fiducia in siti professionali che di solito hanno un livello di serietà molto maggiore.

Guida ai migliori forex broker italiani