UNIONE EUROPEA

Fondo Sociale Europeo

REGIONE CALABRIA

REPUBBLICA ITALIANA

Assessorato Cultura e Beni Culturali

POR FSE CALABRIA 2007/2013

ASSE IV Capitale Umano

Obiettivo Operativo I.1: “Sostenere l'acquisizione delle competenze chiavi

nei percorsi di istruzione e formazione”

Obiettivo Operativo I.2 : “Ridurre l’abbandono scolastico e le disparità di genere nella partecipazione all’apprendimento permanente

Obiettivo Operativo L.3 “Sostenere l’acquisizione delle competenze chiave nei percorsi di istruzione e formazione superiore ed universitaria”

 

PIANO REGIONALE PER LE RISORSE UMANE

PIANO D’AZIONE 2009-2010

 

AVVISO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA:

“UNA SCUOLA PER LA DEMOCRAZIA”

PROGETTO: LA SCUOLA PER LO SVILUPPO

 Codici: 2010.I1.054, 2010.I2.062, 2010.L3.110

BENEFICIARIO: ITIS “A. Panella” di Reggio Calabria

 

L’inquinamento: conoscere l’ambiente per salvaguardarlo

 

Il terzo modulo soddisfa le seguenti azioni:

a. azioni finalizzate all’incremento delle competenze chiave:

a.1 comunicazione nella madrelingua;

a.2 competenze di indirizzo in chimica, elettronica e tecnologia;

a.3 competenza digitale;

a.4 spirito di iniziativa e imprenditorialità;

b. azioni volte al pieno utilizzo delle strutture e dei laboratori scolastici (stazione mobile per il rilevamento di inquinanti atmosferici, Sistemi Elettronici, Elettronica e Informatica)

c. azioni finalizzate all’orientamento verso la formazione universitaria e l’inserimento lavorativo.

Il terzo modulo è rivolto a studenti del triennio di specializzazione degli indirizzi di Chimica, Meccanica, Elettronica e si prefigge di:

  1. approfondire le loro competenze tecniche nell’ottica di una crescita personale e professionale;
  2. rafforzare la loro cultura nell’ambito delle discipline tecnico-scientifiche al fine di acquisire gli strumenti più idonei al loro inserimento nel mondo del lavoro e in quello universitario.

Le finalità generali sono:

·         Aumentare la dimestichezza con la strumentazione di laboratorio;

·         Acquisire la consapevolezza dell’utilità di adottare precisi protocolli operativi nelle attività pratiche di laboratorio.

·         Aumentare il rispetto dell’ambiente utilizzando materiali riciclati nella realizzazione di componenti specifici per lo sfruttamento delle fonti energetiche alternative.

I principali risultati attesi sono:

·         Aumento delle competenze tecniche e professionali;

·         Aumento delle capacità di lavorare in gruppo;

·         Miglioramento dell'autonomia operativa in un contesto sociale (gruppo alunni, classe, …);

·         Aumento delle capacità relazionali (verbali, scritte, interpersonali).

Gli obiettivi del terzo modulo consistono nel:

  1.             sensibilizzare gli studenti sul concetto di inquinamento dell'ambiente in generale e, più nello specifico, sull’inquinamento elettromagnetico, sull’inquinamento da radioattività e sull'inquinamento atmosferico nelle aree urbane;
  2.            consentire agli insegnanti di proporre un lavoro didattico sull'inquinamento, legandolo ad un’esperienza pratica in cui gli studenti sono protagonisti in prima persona;
  3.            familiarizzare con il concetto di monitoraggio dell'ambiente;
  4.            realizzare in prima persona un'indagine ecologica sul proprio ambiente di vita, producendo nuove conoscenze di interesse per l'intera comunità;
  5.            approfondire le conoscenze interdisciplinari con realizzazioni di progetti didattici;
  6.            favorire l’interscambio di esperienze tra allievi e lo sviluppo di capacità progettuali.

 

Il raggiungimento dell’obiettivo principale comporta anche il contemporaneo raggiungimento di obiettivi didattici più tradizionali come:

  1.            consolidamento delle conoscenze e delle abilità tecniche acquisite nella normale attività didattica;
  2.             acquisizione di capacità di lavoro in gruppo, consapevolezza del proprio ruolo nel gruppo;
  3.            acquisizione di autonomia nel prendere decisioni;
  4.            capacità di rispettare gli impegni presi, nei tempi previsti;
  5.                 acquisizione di nuove metodologie e di una “pratica di lavoro” per rafforzare l’intelligenza operativa dello studente, nell’ottica di conseguire un comportamento professionale.

 

Considerata la caratteristica dell’utenza e le attività di laboratorio specificate, le lezioni si svolgeranno principalmente nei seguenti laboratori:

  1. Stazione mobile di rilevamento di inquinanti atmosferici: studio degli elementi chimici coinvolti nell’inquinamento e delle relative reazioni (NOx, CO, benzene, idrocarburi non combusti); studio dei principi di funzionamento ed utilizzo della strumentazione per l’analisi dei campioni.
  2. Elettronica e Sistemi: studio dello spettro elettromagnetico e delle emissioni in radio frequenza; studio dei campi elettrici e magnetici a bassa frequenza emessi dalle linee di distribuzione dell’energia elettrica; studio dei principi di funzionamento ed utilizzo della strumentazione di rilevamento dei campi elettromagnetici.
  3. Informatica: indispensabile l’uso del pc e dei software di calcolo per l’analisi, la documentazione e la rappresentazione dei dati legati al progetto laboratoriale.